Five years later

It turned out Wakefield (the movie we had nothing to do about) was no big deal. I mean, no offense intended for any filmmaker involved, I’m talking about The Wakefield Variation: yes, the source material is (almost) the same, and yes it sort of upset me.

I haven’t read the updated short story by E L Doctorow the film claims to be based on, but the narration is linear and ends exactly as Hawthorne’s original story does. That is, without an ending. Which was our premise to the series.

The film relies entirely on Bryan Cranston’s performance, with almost the whole story told in voice over, often breaking the fourth wall, something that also goes back to Hawthorne’s novella.

The story chooses to be all about Wakefield and doesn’t make much of the other characters, and the overall tone felt like an adult, dark-ish comedy with some hint of drama. So the atmosphere is pretty far from my idea for the (mini)series. Also, not exploring much beyond the original story, it is leaving us space to do so. At least I think it does.

Did it take me four months to elaborate such thoughts? Not really, as I came up with this five seconds after the lights went back on at the Princess of Wales Theatre during the TIFF premiere. And the above is actually part of an email I sent to a few friends and colleagues after the screening.

So what’s the point? Five years ago today I set up this blog and against all adversities I’m still here, discussing The Wakefield Variation. A vaguely similar movie will not stop me… after all, it is what the film industry is all about.

Geneviève Bujold and Cliff Robertson in the opening credits of Brian De Palma's Obsession (hint hint...)

Geneviève Bujold and Cliff Robertson in the opening credits of Brian De Palma’s Obsession (hint hint…)

So, as 2017 will see my effort focus on moving more or less permanently to Toronto, I’ll also do my best to make something as big happen for The Wakefield Variation.

Happy New Year to all of our the loyal followers 😉

Wakefield goes to Australia (and then back to Italy)

LA WEB Fest was a great achievement, though we didn’t receive an award: The Wakefield Variation earned a world-wide showcase, which is exactly what we wanted. Now we’re happy to announce that this is actually an ongoing project, as we’ve been selected for the Melbourne Webfest as one of 30 outstanding webseries. The festival takes place from July 18th to 20th in Melbourne, Australia, and The Wakefield Variation is competing in the Suspense/Thriller category!

Right after its southern hemisphere trip, our beloved webseries project might have an opportunity to show up in Rome for the Rome Web Fest: why don’t you help the process by voting for us? 🙂

Melbourne WebfestIlLA WEB Fest è stato un grande risultato, pur senza ottenere premi: The Wakefield Variation si è guadagnato una vetrina internazionale, che è esattamente ciò che volevamo. Ora siamo felici di annunciare che il processo continua, essendo stati selezionati per il Melbourne Webfest, che ha accettato solo 30 finalisti. Il festival si terrà dal 18 al 20 luglio a Melbourne, Australia, e The Wakefield Variation farà parte della categoria Suspense/Thriller!

E subito dopo il suo tour nell’emisfero sud, il nostro amato progetto potrebbe avere l’opportunità di farsi vedere a Roma per il Roma Web Fest: perché non aiutare la cosa votando per noi? 🙂

 

Beyond the sea

And the third episode of The Wakefield Variation is out, too. It marks the end of our re-cut operation and the beginning of the series’ undefined hiatus. We hope this new version will be more appealing to audience, festivals and markets, and again, we’d *love* to hear your opinion.

This whole new re-cut thing wasn’t as easy as you may think, either technically (ask our sound designer, Alessandra) or from a creative point of view. Also, dismantling our filmmaking effort has been a delicate choice. While we hope it’s going to pay off, we’re at least happy to keep our project alive. We’d like to take a vow here, saying The Wakefield Variation will not die here, no matter what. There will be a follow-up of some sort. We’d love it being more episodes of this kind, but if that won’t be possible, the story will continue, somehow.

As for our last-but-not-least episode, the seaside flashback is…. back, clearer then it used to be, we think. Also, Wakefield is forced to get over his “variation” and yes, the title is a reference 🙂 feel free to post your guess!

E anche il terzo episodio di The Wakefield Variation è online. Segna la fine della nostra operazione di ri-montaggio, e l’inizio della pausa indefinita della nostra serie. Speriamo che questa nuova versione sia più attraente per il pubblico, i festival ed il mercato, e ancora una volta, sarebbe *molto bello* ascoltare la vostra opinione.

Ri-montare tutto non è stato semplice come si potrebbe pensare, sia tecnicamente (chiedete ad Alessandra, la nostra sound designer) che da un punto di vista creativo. Oltretutto, decidere di smantellare il nostro sudato sforzo cinematografico è stata una scelta delicata. Speriamo che la cosa dia i suoi frutti, ma siamo almeno contenti di mantere il progetto vivo. Vorremmo fare una promessa ora, dicendo che The Wakefield Variation non morirà qui, qualunque cosa succeda. Avrà un seguito di qualche tipo. Vorremmo che si trattasse di altri episodi di questo genere e fattura, ma se ciò non sarà possibile, la storia andrà avanti, in qualche modo.

Riguardo il nostro ultimo-ma-non-meno-importante episodio, il flashback della spiaggia è tornato, immaginiamo in maniera più chiara rispetto al passato. Wakefield inizia a metabolizzare il fallimento della sua “variazione” e sì, il titolo è una citazione 🙂 vediamo chi indovina!

Variation

The second episode of The Wakefield Variationrevised – is out! Hopefully the text should help you to have a clear idea of where the story is going (or where it has been), as you may have noticed how much we like playing with time 🙂 Also, please welcome a couple of new entries: one of them has been actually there since the beginning but… well, enough talking, watch the episode!

Il secondo episodio di The Wakefield Variationversione rivista e corretta – è online! Speriamo che il testo vi aiuti ad avere un’idea chiara su dove sta andando la storia (o dove è stata), dato che avrete notato quanto ci piaccia giocare col tempo 🙂 Inoltre, diamo il benvenuto ad un paio di novità: una in realtà era sempre stata lì ma… beh, basta parlare, guardate l’episodio!

She’s leaving (on monday night)

2014 might be the year we manage to keep promises: here is the (new) first episode of The Wakefield Variation, and considering (as you should all know about) our decision to make a three-parter out of the original pilot, there will be two more. So for three weeks Monday will be the day The Wakefield Variation airs, and we hope the tradition will be picked up, sooner or later.

This new take on our series has shorter episodes (well that was obvious), a slightly faster pace in storytelling, and tries to help the audience with flashbacks and flashforwards using some text. It would be great if you told us what you think!

Also, we gave titles to the episodes: the first one is called “She’s leaving“. So now sit and watch, it’s going to take a little more than 3 minutes. You can do it here or on the official youtube channel. Enjoy – and come back next Monday!

Il 2014 potrebbe essere l’anno in cui riusciamo a mentenere le promesse: ecco il (nuovo) primo episodio di The Wakefield Variation, e considerando la nostra decisione di dividere in tre parti il pilota originale (come tutti dovreste ormai sapere) ce ne saranno altri due. Quindi per tre settimane il lunedì sarà il giorno in cui The Wakefield Variation va in onda, e speriamo che la tradizione venga ripresa, prima o poi.

Questa nuova versione della nostra serie ha episodi più corti (ovviamenti), un ritmo di narrazione un po’ più veloce, e prova ad aiutare il pubblico riguardo la collocazione temporale, usando il testo. Sarebbe fantastico se ci diceste cosa ne pensate!

Inoltre, abbiamo dato dei titoli agli episodi: il primo si chiama “She’s leaving” [Se ne sta andando]. Adesso mettetevi comodi e guardate, ci vorranno poco più di tre minuti. Potete farlo qui o sul canale youtube ufficiale. Divertitevi e tornate lunedì prossimo!

Living the exile

Today I was thinking that we’re about to enter the fourth year of The Wakefield Variation: the project was conceived in late 2011 when Alessandro and I finally agreed on which previously-written-material should be the base of our creative vision. Soon after we picked up Nathaniel Hawthorne’s “Wakefield” I wrote the first draft of the screenplay of what should have become a one-off cutting-edge short film to showcase our filmmaking skills.
The project was developed during 2012 and went through several stages (check out the previous posts!) morphing into a series; the pilot episode was set to be shot on early 2013, involving an international cast, a whole crew of film pros, and the need of a lot of money.
The huge storm that hit us on the last day of shooting should have warned us that 2013 wasn’t going to be easy… and it proved right. All is still stuck, not a festival accepted our work, and the continuation of the series is still in our head.
2014 will see a new cut of the pilot episode, split in three mini-episodes tailored for the 21st century-superfast-casual-websurfer. Will it work? We definetely hope so. In the meantime, time goes by… in a fancy we would expect to see in a future (but currently unlikely) episode of The Wakefield Variation.
I guarantee there will be happier posts :-): for now, Effetto Espanso wishes all of you a Merry Christmas, Happy Holidays and a great 2014!

Wakefield is watching you.
Oggi stavo pensando che stiamo per entrare nel quarto anno di The Wakefield Variation: il progetto fu concepito alla fine del 2011 quando I e Alessandro scegliemmo su quale materiale-precedentemente-edito basare la nostra visione creativa. Poco dopo aver scelto “Wakefield” di Nathaniel Hawthorne scrissi la prima stesura della sceneggiatura di quello che sarebbe dovuto diventare un eccezionale cortometraggio per mostrare le nostre capacità nella produzione cinematografica.
Il progetto fu sviluppato nel corso del 2012 attraversando varie fasi (date un’occhiata ai post precedenti!) fino a diventare una serie; le riprese del pilota furono fissate per l’inizio del 2013, con un cast internazionale, un’intera troupe di professionisti e la necessità di un sacco di soldi.
L’incredibile tempesta che ci trovammo davanti l’ultimo giorno di riprese avrebbe dovuto avvertirci che il 2013 non sarebbe stato facile… e aveva ragione. È tutto ancora bloccato, non c’è un festival che abbia accettato il nostro lavoro, e la continuazione della serie è ancora nella nostra testa.
Il 2014 vedrà un nuovo montaggio dell’episodio pilota, diviso in 3 mini-episodi fatti su misura per il navigante del 21esimo secolo, casuale e superveloce. Servirà? Lo speriamo con tutto il cuore. Nel frattempo il tempo passa, nel modo che ci aspetteremmo di vedere in un futuro (ma al momento improbabile) episodio di The Wakefield Variation.
Garantisco che ci saranno post più allegri :-): per adesso, Effetto Espanso augura a tutti voi buon Natale, delle piacevoli vacanze e un fantastico 2014!

The perfect number

Something needed to be done, as we could not watch The Wakefield Variation like that: you probably know that we’re talking about the project as a whole, not the single pilot episode, and you may also got a clue about we’re about to do… yes, we’re going to recut the pilot to three new (shorter) episodes, as a way to get a broader access to festivals, show the audience our serialized idea, and last but not least, save our (and partly your!) investment.

We set the youtube video to private – it will probably be back, someday – and deleted it from Blip.tv, too; we already started the editing process, and considering the non-linear narrative structure, it won’t be just splitting the edited material in three… it’s a true recut, hoping it will help some narrative, audience-catching elements to come out.

The three new episodes should be out soon, early january the latest, and they may feature something not seen or heard previously. Hope you didn’t run out of faith in us, stay tuned! 🙂

editing

Qualcosa doveva essere fatto, dato che non ce la facevamo più a guardare The Wakefield Variation in quel modo: probabilmente sapete che stiamo parlando del progetto nella sua interezza e non del singolo episodio pilota, e dovreste aver intuito cosa stiamo per fare… sì, rimonteremo il pilota in 3 nuovi episodi (più corti), come modo per aver maggior accesso ai festival, mostrare al pubblico la nostra idea di serialità e, ultimo ma non ultimo, valorizzare il nostro (e parzialmente vostro!) investimento.

Il video su youtube adesso è privato – tornerà probabilmente, prima o poi – e l’abbiamo cancellato anche da Blip.tv; abbiamo già iniziato il montaggio, e considerando la struttura narrativa non-lineare, non si tratterà semplicemente di dividere in tre il montato originale… è un vero e proprio ri-montaggio, sperando serva a far venire fuori quanto necessario ad attrarre spettatori.

I tre nuovi episodi dovrebbero uscire a breve, non più tardi dei primi di gennaio, e potrebbero contenere qualcosa di mai visto o sentito in precedenza. Speriamo non abbiate esaurito la fiducia in noi, restate sintonizzati! 🙂

Come Nasce Una Spia

TWV - Come Nasce Una Spia - Kindle EditionEcco dopo tanto un post in italiano… anzi, solo in italiano! Questo perché il graphic novel che racconta l’antefatto di The Wakefield Variation è finalmente disponibile anche su Apple iBooks e Amazon… ma su quest’ultimo, solo in italiano, almeno per il momento.

In ogni caso ci è sembrato rilevante sottolineare che anche i possessori di dispositivi Apple (iPhone e iPad di qualunque misura e natura) e Kindle o compatibili (per chi non lo sapesse c’è un app Kindle anche per dispositivi Android) adesso possono leggere Come Nasce Una Spia… così come possono farlo tutti gli altri con la versione pdf, acquistabile ad esempio su Ultima Books.

Qualcuno che l’ha letto e ci posta i suoi commenti?

A spy is born

Almost three months without a post: it never happened before, and we could understand if you thought our project was dead for good. We won’t lie, things are going slow, but it looks like it’s the way independent production is meant to be and we can assure you, The Wakefield Variation is in our minds, every single day! And now that One Look Behind is finally out, we hope you can say that as well (at least for the short time it will take you to read it ;)): yes, the long-awaited graphic novel prequel is available for purchase… check out our company site to learn more!

Oh, and what if this small teaser spawned an actual graphic novel series on its own? Would you read it? Let us know! 🙂

First page of the actual graphic novel (english version)

First page of the actual graphic novel (english version)

Quasi tre mesi senza un post: non era mai successo prima, e potremmo capire se aveste pensato che il nostro progetto fosse defunto una volta per tutte. Non mentiremo, le cose procedono a rilento, ma sembra che sia il modo in cui funzionano le produzioni indipendenti e possiamo assicurarvi che The Wakefield Variation è nei nostri pensieri ogni giorno!
E ora che Come Nasce Una Spia è finalmente uscito, speriamo possiate dire lo stesso (almeno per il poco tempo che vi ci vorrà per leggerlo ;)): sì, l’atteso fumetto-antefatto è disponibile per l’acquisto… date un’occhiata al sito di Effetto Espanso per i dettagli!

Oh, e cosa ne direste se queste piccolo assaggio desse vita ad una serie a fumetti a se stante? La leggereste? Fatecelo sapere! 🙂

Wakefield on NutralTV

While The Wakefield Variation is undergoing an intense development stage to actually beocome a series (you didn’t the project was dead after the pilot, did you?!) here is some interesting news: The web promoting platform Nutral TV is launching this week, and our beloved pilot is going to be featured in the very first episode! Be sure to check out their website on Wednesday, April 17th at 12 Eeastern Time (5pm in the UK, 18:00 italian time)!

Nutral TV